fbpx

Il corso di nuoto bimbi

Ormai nella maggior parte delle piscine vengono proposti corsi di nuoto per bambini da 0 a 3 anni.

Spesso però vengono tenuti da insegnanti di nuoto che non hanno ricevuto una preparazione approfondita relativa a questa fascia d’età e che cercano di adattare, ad intuito, le informazioni ricevute per bambini più grandi.

In realtà subisce più cambiamenti e trasformazioni un bambino da 0 a 3 anni che nel restante periodo della vita (da 4 ad 90 anni). Per cui un simile adattamento senza le dovute competenze non può avere successo.

Le attività che si propongono ad un bambino da 3 a 7 mesi sono completamente diverse da quelle adatte a bambini da 8 a 14 o da 14 a 36 mesi.

Divisione in fasce d’età

È fondamentale poter lavorare con gruppi suddivisi per strette fasce d’età con giochi e progressioni didattiche differenziate.

Un corso di nuoto bimbi che non tiene conto delle specifiche esigenze del bambino nelle diverse fasce e che viene proposto con gruppi misti, risulta spesso inutile se non, a volte, addirittura dannoso.

Limite dell’attività in acqua bassa

Un altro limite di molti corsi di acquaticità neonatale (nuoto bimbi), proposte nelle varie strutture è che vengono svolti in acqua bassa dove i bambini toccano. Impedendo loro di elaborare delle strategie di spostamento acquatico (vedi sotto) in quanto, se ne hanno la possibilità, preferiscono camminare.

Metodo Crescinacqua

Il metodo Crescinacqua di BimbiPiù è frutto di anni di studio sui bambini e sulle loro caratteristiche in età evolutiva, integrati con 30 anni di esperienza a contatto con migliaia di bambini e genitori.

Possiamo dire che i grandi risultati raggiunti finora con questo metodo sono dovuti principalmente a:

1. Motivazione e coinvolgimento del bambino

BimbiPiù basa le proprie lezioni sulla motivazione del bambino coinvolgendolo su tutti i piani della personalità.

In ogni lezione vengono proposte 3 diverse attività con 3 giochi diversi che cambiano per tutte le 42 lezioni dell’anno… il bambino è talmente incuriosito e coinvolto che spesso si dimentica dell’acqua, e delle sue paure e pedala per raggiungere il gioco.

2. Uso delle Magic Air Belts

All’utilizzo delle MAGIC AIR BELTS, un supporto didattico brevettato da BimbiPiù.

Le Magic Air Belts sono delle cinturine magiche che il bambino non vede (poste dietro alla schiena), e che gli permettono di assumere la posizione più adeguata per gli spostamenti in acqua.

Inoltre, mettono il bambino nelle condizioni di dover muovere continuamente gambe e braccia per mantenere l’equilibrio e stare a galla.

Ad ogni lezione, man mano che migliora la coordinazione e la sua forza fisica, viene sgonfiato e ristretto in modo che aderisca sempre al corpo del bambino.

In questo modo percepisce sempre la stessa fatica. In realtà arriva presto a nuotare con le magic air belts completamente sgonfie (e poi senza nulla), senza accorgersi dei cambiamenti.

3. Attività in acqua profonda

L’attività (corso di nuoto bimbi) viene svolta in acqua profonda dove i bambini non toccano.

Solo in questo modo possono elaborare una strategia diversa dal camminare per spostarsi in ambiente acquatico con qualsiasi profondità.

I bambini abituati a giocare in piscine con l’acqua bassa si spostano esclusivamente camminando.

La cosa peggiore, è che si fanno l’idea che qualsiasi specchio d’acqua abbia quelle caratteristiche. Aumentando la probabilità che se sfuggono alla supervisione dell’adulto provino ad entrare.

Purtroppo però quando non riescono a toccare il fondo con i piedi entrano nel panico e rischiano di annegare.

4. Insegnanti con preparazione specifica

Presenza di insegnanti competenti e preparati, formati con un lungo iter formativo e costantemente aggiornati e supervisionati

Corso nuoto bimbi dai 3 ai 5 anni

Anche con i bambini più grandi, di 3/5 anni, per ottenere grandi risultati in tempi brevi BimbiPiù lavora con il genitore in acqua:

  • In modo da poter mettere il minimo materiale di sostegno;
  • Garantendo comunque la massima sicurezza
  • E allo stesso tempo richiamando costantemente l’attenzione sull’attività che devono portare a termine, sfruttando ogni minuto della lezione.

In questo modo si ottiene in un anno quello che nelle altre strutture generalmente si ottiene in 3 anni (autonomia in acqua profonda, galleggiamenti, spinte, scivolamenti e addirittura stile e dorso prima dei 6 anni)

Grazie a questo tipo di lezioni i bambini da 0 a 5 anni  miglioreranno anche:

  • Tutte le capacità coordinative utili per qualsiasi altro tipo di sport futuro;
  • Le capacità cognitive grazie a giochi interessanti (che potrete riproporre anche a casa), adatti alla loro età, utili per sviluppare la memoria, le capacità logico-matematiche, le capacità di associazione (che favoriranno gli apprendimenti scolastici